Qualità del servizio

A decorrere dal 1° gennaio 2012 e fino al 31 dicembre 2015 (IV periodo di regolazione) la qualità tecnica del servizio di distribuzione dell’energia elettrica è disciplinata dalla Delibera n. 198/11.

La Delibera n. 198/11 mantiene la disciplina delle quattro tipologie differenti di regolazione già vigenti per il III ciclo regolatorio (2008-2011), ossia:

  • regolazione delle interruzioni prolungate o estese;
  • standard individuali sul numero di interruzioni per i clienti MT;
  • regolazione sulla durata cumulata delle interruzioni senza preavviso lunghe;
  • regolazione sul numero medio di interruzioni senza preavviso lunghe e brevi.

Le novità più importanti determinate dalla nuova norma si riferiscono alla regolazione sugli standard individuali per il numero di interruzioni per clienti MT. In sostanza, la Delibera n. 198/11 inserisce nel conteggio del numero dei disservizi anche le interruzioni di tipologia breve in aggiunta a quelle di tipo lungo fino a oggi previste. Sono aumentati i livelli specifici di continuità da rispettare, ma, sempre rispetto alla precedente regolazione, sono previsti tetti sulle penalità più alti e indici di valutazione delle singole penali più sfidanti. Detti aumenti sono previsti in due scaglioni: una prima fase già nel biennio 2012-13, una seconda fase, più aggressiva, nel biennio 2014-15.

Parallelamente, à stato istituito un meccanismo di incentivazione della riduzione dei clienti MT peggio serviti (ove si definisce come cliente peggio servito quel cliente MT che in un esercizio ha avuto più interruzioni del livello standard).

Per quanto attiene ai recuperi di continuità veri e propri, ovvero la regolazione sulla durata cumulata e sul numero medio di interruzioni, è stata istituita una forma di regolazione “privilegiata” per quegli ambiti di concentrazione che hanno un livello di partenza (biennale 2010-11) superiore a 1,5 volte il livello obiettivo sulla durata. Per questi ambiti è previsto un recupero aggiuntivo di continuità se l’indicatore annuale del 2015 sarà inferiore al livello obiettivo e sono applicate fasce di franchigia “maggiorate” per tutti e quattro gli anni del IV periodo di regolazione.

Si segnala, inoltre, che è stato eliminato il vincolo a un miglioramento massimo richiesto del 6% sulla regolazione del numero delle interruzioni per cliente BT.

Relativamente alle attività 2012 si evidenzia che si è conclusa nei tempi prestabiliti dall’Autorità (entro il 31 marzo 2012) l’attività di rendicontazione dell’esercizio 2011 secondo le disposizioni della precedente norma di settore che è la Delibera n. 333/07. La rendicontazione dell’esercizio 2012 avverrà entro la data del 31 marzo 2013.